Aiuta il valore umano dell’educazione e inclusività a Palmerino con la voce di Vernon Lee

Il progetto vuole promuovere il valore umano dell’educazione e inclusività, aprire gli occhi alle giovani generazioni portando la voce di Vernon Lee a un pubblico contemporaneo. La scrittrice, che ha vissuto per oltre quarant’anni al Palmerino (Firenze) , è stata una figura assolutamente non convenzionale per i suoi tempi, mentore ed amica di alcuni tra i più importanti intellettuali cosmopoliti dell’epoca. Durante la sua vita, Lee si è distinta anche per il sostegno ai diritti delle donne, l’antivivisezionismo, per il suo ardente pacifismo causa anche dell’oblio delle sue opere.
E’ previsto un evento a fine Maggio in occasione del convegno internazionale Vernon Lee 2019: An Anniversary Conference che riunirà a Firenze oltre 70 studiosi, organizzato da due prestigiose Università come Surrey e Oxford. A firmare il lavoro, insieme a Federica Parretti,c’è la bravissima ed emergente regista greca Angeliki Papoulia che si è innamorata del progetto e anche il cast è prestigioso: Morte è Elisa Barrucchieri, danzatrice e coreografa italo-americana; Satana, il giovane attore Alessio Montagnani, mentre i danzatori aerei della compagnia Resextensa interpretano le Nazioni e il gruppo che interpreta L’Orchestra delle Passioni sono 14 volontari di diverse età che seguiranno un workshop formativo in questi mesi. La stesura dello spettacolo si è anche avvalsa di storici come lo scrittore Patrick Wright, accademici quali Patricia Pulham e Sally Backburn-Daniels che è anche segretaria di produzione, la voce recitante del professore emerito Richard Cave e la consulenza sonora di Mauro Casappa, mentre i video sono firmati da Leonardo Settimelli e Pierantonio Gottardo, infine direttore di scena Saverio Cona.
L’Associazione Culturale il Palmerino ha sostenuto sino ad oggi tutte le spese per lo studio e la pianificazione del progetto (più di 5.000 euro e altri 5.000 già impegnati), ma per essere in grado di metterlo in scena il prossimo maggio, entro la metà di aprile è necessaria una tua donazione per sostenere le prossime spese (EURO 11.000,00) di: attrezzatura tecnica necessaria, attori, danzatori e teams tecnici che saranno coinvolti dietro le quinte, realizzazione dei filmati, comunicazione e stampa (locandine, brochure, libretti di sala).
Per i costumi ed altri oggetti di scena si è alla ricerca di sponsorizzazioni.

Il sito per il crowdfunding